Tempo di preparazione: 15 minuti | Difficoltà: facile
Ingredienti per 2 persone
  • 4 carote grandi
  • 1 peperone rosso
  • 1 peperone giallo
  • battuto di prezzemolo (q.b.)
  • 2 pomodori cuore di bue
  • 1/2 cipolla rossa
  • aceto di mele q.b.
  • 1/2 cucchiaino di zucchero
  • brodo vegetale q.b.
  • lattuga
  • radicchio
  • un po’ di tabasco (… se lo gradite)
  • gherigli di noci q.b. 1
  • semi di sesamo 1
  • 4 tortillas / fajitas (di grano, grano e mais o solo mais2)
Preparazione

Tagliate le carote alla julienne e mettetele in un recipiente adeguato, aggiungendo il pomodoro tagliato a spicchi fini, i peperoni (tagliati a strisce) e un battuto fine di cipolla e prezzemolo. Aggiungere aceto di mele, un cucchiaino di zucchero (poco!) e un po’ di brodo vegetale (meglio se fresco). Coprite il recipiente con un coperchio e fare marinare in frigorifero per circa un’ora.

Al termine di questo tempo scolate quasi interamente la marinatura, senza buttarla: raccoglietela in un recipiente a parte e spezzatevi dentro del pane secco (o raffermo): vi servirà senz’altro per altre preparazioni, ad esempio una panzanella.3

Su una tortilla disponete le foglie di lattuga e il radicchio. Avete scelto di usare noci e sesamo? Aggiungete un paio di gherigli di noci frantumati e una spolverata di semi di sesamo (meglio se leggermente tostati). Adesso aggiungete le verdure marinate.

Attenzione a non riempire troppo il wrap (la tortilla), altrimenti sarà difficile da impugnare e quando tenterete di mangiarlo le verdure cadranno inevitabilmente da una parte. Se proprio volete riempire la tortilla al massimo, potreste adottare questa soluzione: ripiegare il wrap su se stesso, chiudendo la parte in cui impugnate il wrap, per impedire al cibo di uscire.

Altra possibilità (migliore e più equilibrata anche come sapore): non riempite troppo la tortilla, arrotolatela e tagliate verso la metà, in diagonale (o a rondelle, come in figura). Se pensate che questo sia un po’ confuso, avete ragione. Dovete però sapere che nel mondo Tex-Mex, e quindi naturalmente nella cucina messicana, la chiusura delle fajitas, dei burritos, ecc. segue regole precise (come si può vedere nella figura che segue).

Non preoccupatevi troppo di come chiudere il wrap. Provate ma, soprattutto, assaggiate il vostro piatto leggero, salutare, pieno di vitamine e, se avete utilizzato dei tacos (fatti di sola farina di mais), perfino gluten free!

Buon appetito!

  1. Noci e sesamo: occhio! Rientrano nella lista dei 14 allergeni più comuni. Significa che non fanno male a tutti ma se state preparando un piatto per i vostri amici, potrebbe essere una buona idea ridurre l’uso di prodotti che possano scatenare allergie. Potreste, ad esempio, tenere delle noci pestate in una tazzina separata o presentarle in tavola, ancora nel vostro fantastico pestello di pietra: così, se qualcuno le vuole e non è allergico, può arricchire il proprio piatto, aggiungendole per conto proprio.
  2. È frequente che i tacos siano fatti di solo mais. Le tortillas, invece, si preparano tradizionalmente con farina di grano duro o un mix di farina di grano duro e mais. È importante guardare il tipo di farina impiegata, soprattutto se si sta cercando un prodotto gluten free. Di solito l’assenza di glutine è comunque indicata sulla confezione
  3. Attenzione, però, a non lasciarlo per troppo tempo, perché si deve ammorbidire ma non impregnare.