La bruschetta

Come antipasto o piatto unico, la bruschetta è una di quelle delizie che mettono tutti d’accordo. Alcuni la preferiscono classica (aglio e pomodori), altri amano sperimentare con i condimenti. La bruschetta risalta il sapore del pane e degli ingredienti che la compongono: per questo, la preparazione deve essere orientata all’armonia dei sapori.

Un viaggio nella storia

Il termine “bruschetta” deriva probabilmente dall’aggettivo “brusco” (abbrustolito), proprio del dialetto romanesco. Il pane per la bruschetta deve infatti essere “bruscato” e reso croccante, in forno o sulla griglia. Una seconda etimologia, meno probabile, farebbe derivare il termine dal toscano “brusta”: un carbone da legna usato per accendere i focolari nelle case, dove il pane veniva tostato.

La bruschetta prende nomi diversi a seconda delle regioni d’Italia: “soma d’aj” in Piemonte, “fedda ruscia” (fetta abbrustolita) in Calabria e “panunto” (o pan unto) altrove, sottolineando la preparazione di base: pane unto con olio. Nella sua versione più semplice, infatti, la bruschetta (o pan unto che sia) è fatta di pane abbrustolito, su cui viene strofinato aglio crudo a piacere, olio e sale.

Come è facile immaginare, le origini di questo semplice piatto gustoso risalgono alla tradizione contadina. La bruschetta nasce dalla necessità di non sprecare il pane. Veniva preparata come spuntino veloce da consumare nei campi. Sul pane, tostato in precedenza, venivano strofinati rapidamente gli ortaggi maturi, riscaldati dal sole.

Come scegliere il pane per le bruschette

Per preparare delle ottime bruschette, è fondamentale scegliere il pane e gli ingredienti giusti. La farina utilizzata per il pane è generalmente di grano duro, ma si possono fare delle ottime bruschette integrali o con pane di segale. È meglio, invece, non usare pane in cassetta. Poco adatti per essere “bruschettati” sono anche il pane arabo, i panini al latte, le rosette e le michette.

Come varianti creative, si possono preparare gustose bruschette di polenta o con farina di ceci.

Indipendentemente dal tipo di bruschette che desiderate preparare, la scelta del pane è fondamentale!

Scelto il pane, è il momento di condire le bruschette.

Ovviamente vi sono infinite opzioni: oltre agli ingredienti fondamentali (aglio, olio e sale), è possibile aggiungere i pomodori per una versione più saporita. In questo caso, è utile preparare in precedenza i pomodori tagliati a dadini, che vanno lasciati marinare in un luogo fresco per almeno un’ora, con olio, sale e basilico: in questo caso vanno scolati prima di essere disposti sulla bruschetta, perché il pane non rimanga troppo intriso dal sugo della marinatura.

Il sugo (olio, basilico, sale e pomodoro) derivante dalla marinatura, va raccolto e versato sulla bruschetta già condita. Ci sta bene anche un po’ di origano e, come decorazione, una foglia di basilico fresco.

Puoi anche preparare delle ottinme bruschette vegetariane, ad esempio a base di insalata di finocchi con pasta di capperi e un battuto di olive taggiasche come base; o ancora: melanzane, zucchine (tagliate a julienne1) e burrata filante sulla fetta di pane caldo.

Per una bruschetta di mare, sperimenta con un mix di vongole, melanzane e pomodori. Per i palati più decisi, ci sono le bruschette radicchio e speck. La bruschetta può anticipare il dessert, nella sua variante con formaggio (ad esempio formaggio di fossa2 e miele.

Se ti piace l’agrodolce, prova a combinare zucca, pancetta affumicata e formaggio di capra.

La cottura delle bruschette

Il pane delle bruschette deve essere caldo e croccante: abbrustolito in forno, su una padella antiaderente o sulla piastra. In forno, preriscaldato a 200°C, saranno necessari circa 15 minuti per ottenere una doratura perfetta, che non asciughi completamente il pane. In padella (deve essere una antiaderente), le fette vanno “bruscate” a fuoco medio e girate a metà cottura, prima che si anneriscano troppo.

L’opzione migliore è preparare le bruschette sulla piastra o su una griglia. La piastra deve essere ben calda (200 – 250°C). A tale temperatura, il pane acquisirà, già dopo due minuti, una colorazione ambrata. Ricorda che il pane deve essere bruschettato sui due lati e che le fette devono essere dorate esternamente e morbide all’interno: per questa ragione, devono essere abbastanza spesse.

Per gli appassionati di barbecue, la bruschetta con aglio crudo strofinato e olio extravergine di oliva è la base ideale su cui adagiare una salsiccia cotta al momento sui carboni ardenti.

Come servire le bruschette

Le bruschette sono il piatto ideale da servire durante un aperitivo o come antipasto durante una grigliata. Il segreto sta nella temperatura e nei tempi. Il pane può essere bruschettato con un certo anticipo (a volte è necessario, soprattutto quando si preparano bruschette per molte persone, cuocerne poche alla volta). Poco prima di servirle, un veloce passaggio sulla piastra riporterà il pane in temperatura. Attenzione, però, a condirle solo all’ultimo momento. Infatti, se si lascia il condimento sul pane per troppo tempo, questo penetra all’interno della mollica, facendola diventare umida e molle.

Qualche idea per condire le bruschette

  • Bruschetta classica: olio, aglio, sale
  • Al pomodoro: salsa di pomodoro, aglio, olio, pomodorini tagliati, origano
  • Banana split: Purea di banana e cioccolato fondente fuso
  • Capperi e battuto di olive nere
  • Salsa di peperoni piccanti, olio, aglio, peperoni grigliati tagliati a julienne
  • Aglio strofinato sul pane, avocado schiacciato con la forchetta, acciughe sott’olio e pepe nero
  • Ricotta e miele di castagno
  • Funghi trifolati, parmigiano grattugiato e prezzemolo
  • Salmone affumicato, formaggio cremoso e aneto
  • Gorgonzola dolce, noci tritate e miele
  • Tonno sott’olio, capperi e peperoncino
  • Pera a fette, gorgonzola e noci

Le combinazioni di ingredienti per le bruschette sono praticamente infinite. Sperimenta con diversi sapori e consistenze o vieni a provare le bruschette del Wise Donkey Bistrot.

Non aver paura di abbinare ingredienti insoliti o di aggiungere un po’ di dolce alle tue bruschette salate. Le bruschette sono un modo eccellente per mettere in tavola la creatività e offrire un’esperienza deliziosa ai tuoi ospiti.

  1. Il taglio a julienne consiste nel realizzare delle fette sottili circa 2 mm, da cui ricavare striscioline del medesimo spessore.
  2. Il formaggio di fossa è un tipo di formaggio stagionato originario della Romagna. Con una consistenza friabile e sfaldabile, si distingue per il suo colore nocciola chiaro. Questo formaggio versatile può essere utilizzato in diversi modi in cucina, come grattugiato sulla pasta o nell’impasto dei passatelli. Può essere servito come antipasto o dessert, gustato da solo o accompagnato da miele o marmellate per esaltarne il sapore.