Storia

L’Irish Coffee fu creato per la prima volta negli anni ’40 da Joe Sheridan, un barista che lavorava all’aeroporto di Foynes, in Irlanda. Durante una sera particolarmente gelida, Joe decise di preparare un cocktail per riscaldare i passeggeri che aspettavano il proprio volo: mescolò insieme caffè, zucchero, whisky irlandese e panna montata.


L’Irish Coffee è un cocktail a base di caffè, whisky irlandese, zucchero e panna montata.


Il cocktail divenne rapidamente popolare, prima tra i passeggeri in partenza dall’aeroporto di Foynes e poi… in tutto il mondo. Il nome Irish Coffee è stato probabilmente scelto perché è semplice da ricordare e il cocktail è preparato con whisky rigorosamente irlandese. Vuole la leggenda che i primi clienti abbiano chiesto a Joe Sheridan se si trattasse di caffè brasiliano. Piccato, il barista rispose: «It’s an Irish Coffee!». Ora che sai come è nato l’Irish Coffee, non ti resta che prepararlo (o degustarlo al Wise Donkey Bistrot di Varese)

Ricetta

Tempo di preparazione: 5 min. | Difficoltà: semplice
Ingredienti:
  • 40 ml di whisky irlandese
  • 1 cucchiaino di zucchero di canna grezzo
  • 90 ml di caffè caldo
  • 30 ml di panna fresca
  • Cannella in polvere (opzionale)

Preparazione:

Riscaldare un bicchiere idoneo. Se si dispone di una macchina da caffè professionale, il bicchiere potrà essere facilmente riscaldato con il vaporizzatore. In caso contrario, sarà sufficiente versare dell’acqua calda nel bicchiere per qualche secondo (quanto basta per riscaldarne le pareti).

Aggiungere whisky irlandese, aggiungere lo zucchero e mescolare delicatamente.

Se si dispone di un vaporizzatore, scaldare senza portare a ebollizione.

Aggiungere i 90 ml di caffè molto caldo e miscelare bene.

È il momento di aggiungere la panna montata sulla superficie del caffè. La panna fresca va versata con delicatezza, facendola scivolare sul dorso di un cucchiaino poggiato sulla parete interna del bicchiere.

Per un sapore più speziato, si può aggiungere un pizzico di cannella in polvere.

Tips!

Rispetto alla panna ci sono due scuole di pensiero: panna fresca o spray? Nei locali è certo più frequente trovare l’Irish Coffee servito con panna spray: è più veloce e permette di servire diversi cocktail senza dover montare la panna. Dal punto di vista del gusto la questione cambia leggermente: la panna spray è spesso molto zuccherata e rischia di alterare o addirittura coprire il sapore del cocktail. A voi la scelta!

L’Irish Coffee è un cocktail caldo e corposo, perfetto per le serate d’inverno. Il whisky irlandese dona al cocktail un sapore forte e deciso, la panna montata aggiunge una nota dolce e cremosa.

La cannella in polvere può essere utilizzata, opzionalmente, come guarnizione e per aggiungere un tocco speziato alla bevanda.

Irish Coffee: variante vegan

Per un ottimo Irish Coffee, in versione vegan, è opportuno sostituire alla panna montata, quattro cucchiaiate di panna vegetale. Il gioco è fatto: un ottimo caffè, 100% vegano e davvero squisito